Per evidenziare la centralità dell’uomo nell’ambito dei processi di cambiamento culturale all’interno delle organizzazioni abbiamo coniato il termine valueship.

Cultura organizzativa


La cultura organizzativa viene considerata un ingrediente imprescindibile del successo di aziende e organizzazioni. Si manifesta nei comportamenti, nei valori e nelle relazioni che caratterizzano l’organizzazione stessa, sia al suo interno che con l’ambiente esterno. Quanto più i valori di un’organizzazione si caratterizzano in modo originale rispetto ai competitor, tanto più essi tendono a essere condivisi e a fondare un’identità sociale nella quale diventa desiderabile riconoscersi.

Valueship


La valueship enfatizza l’impatto della leadership sulla cultura d’impresa, con particolare riferimento al sistema dei valori aziendali. Promossa dall’alta direzione, l’azione di valueship si sviluppa a partire da una incisiva attività di empowerment di tutti gli attori aziendali, promuovendo l’integrazione e l’allineamento tra valori individuali e valori aziendali: tanto più i valori di un’organizzazione tendono a essere condivisi tanto più contribuiscono a fondare un’identità sociale nella quale diventa desiderabile riconoscersi.

Gestione del cambiamento


In questa prospettiva la valueship si qualifica come un prezioso intangible asset, in grado di facilitare i processi di cambiamento e di creazione del valore aziendale. Il processo di valueship rappresenta un pilastro fondamentale della moderna responsabilità sociale d’impresa, capace di favorire l’engagement con le diverse parti interessate (stakeholders).

I nostri progetti di miglioramento nascono dalla convinzione che un approccio innovativo allo sviluppo sostenibile non può prescindere dalla partecipazione e dal coinvolgimento di tutti gli attori che in prima persona presidiano e garantiscono l’efficacia dei processi operativi.

Noi vogliamo portare un contributo di valore in questa direzione, attraverso una proposta innovativa, che pone l’uomo al centro delle scelte e delle dinamiche aziendali, abbracciando non solo la sfera tecnico-professionale, ma anche la sfera emotiva, psicologica e relazionale, consapevoli che il non sentirsi  «human» all’interno della propria azienda può compromettere le performance individuali e quelle aziendali.